Jazz and the new deal

luiss_invito

JAZZ AND THE NEW DEAL

“Il parallelismo tra il periodo attuale e la grande ripresa americana degli anni ’30 ha trovato nello swing e nel jazz la propria colonna sonora. Fu con il crack di Wall Street nel 1929, attraverso la profonda crisi che colpì tutti, anche i musicisti, che il jazz si rigenerò e si affermò in parallelo con la politica del New Deal. Il jazz ha scandito le danze di una società messa alla prova dalle crisi economiche, accompagnando sempre con una sottile vena malinconica i momenti di svago e di evasione che l’uomo della strada poteva permettersi. Non è certo un caso che proprio in questo momento storico lo Swing sia tornato a sostenerci, ne abbiamo bisogno come mezzo curativo ed energizzante per trasportarci in un mondo di positività.

Il Prof. Giuseppe Di Taranto, che fungerà anche da moderatore, il Prof. Francesco Sylos Labini, Dino Pesole, Gegè Telesforo ed il Max Ionata Organ Trio, partendo da questi spunti, metteranno in evidenza la relazione tra jazz ed economia, alternando analisi socio-economiche e dimostrazioni live in un originale concerto|conferenza.”

Luiss_foto1 luiss_messaggero11 Novembre 2014 ore 19,00 LUISS Guido Carli – Aula Magna

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s