Il Bello dell’Equilibrio Precario

Editoriale su Il Sole 24 Ore nell’ambito della discussione su “Processo all’Economia”

(link all’articolo su Il Sole online)

Advertisements

Intervento a Fuori TG

22489954_370293590066645_904836222990946353_n

 

 

Intervento a Fuori TG (RAI 3) sul tema del reclutamento universitario (“Parenti docenti”). Con il prof. Vincenzo Barone (Direttore Scuola Normale Superiore di Pisa).

FUORI TG: PARENTI DOCENTI Baronie e scarsa meritocrazia nelle università italiane: si torna a parlarne dopo i recenti arresti, seguiti alle denunce di un ricercatore. Molte facoltà sono ormai feudi familiari, in cui parentele e amicizie contano più dei titoli. Ma come valutare e scegliere i docenti più bravi, evitando che i migliori vadano all’estero? In che modo l’università italiana può recuperare credibilità? Ospiti di Maria Rosaria De Medici il direttore della Normale di Pisa, Vincenzo Barone, e il fisico Francesco Sylos Labini.

 

Link al video 

 

Particle number dependence in the non-linear evolution of N-body self-gravitating systems

ndp

Title: Particle number dependence in the non-linear evolution of N-body
self-gravitating systems
Authors: David Benhaiem, Michael Joyce, Francesco Sylos Labini and Tirawut
Worrakitpoonpon
Categories: astro-ph.CO
Comments: 8 pages, 5 figures; to appear in MNRAS
License: http://arxiv.org/licenses/nonexclusive-distrib/1.0/

https://arxiv.org/abs/1709.06657

Simulations of purely self-gravitating N-body systems are often used in
astrophysics and cosmology to study the collisionless limit of such systems.
Their results for macroscopic quantities should then converge well for
sufficiently large N. Using a study of the evolution from a simple space of
spherical initial conditions – including a region characterised by so-called
“radial orbit instability” – we illustrate that the values of N at which such
convergence is obtained can vary enormously. In the family of initial
conditions we study, good convergence can be obtained up to a few dynamical
times with N $ \sim 10^3$ – just large enough to suppress two body relaxation –
for certain initial conditions, while in other cases such convergence is not
attained at this time even in our largest simulations with N $\sim 10^5$. The
qualitative difference is due to the stability properties of fluctuations
introduced by the N-body discretisation, of which the initial amplitude depends
on N. We discuss briefly why the crucial role which such fluctuations can
potentially play in the evolution of the N-body system could, in particular,
constitute a serious problem in cosmological simulations of dark matter.

Scienza e crisi: impatto e lezioni

 

Il Politecnico di Torino, in collaborazione con l’Università di Torino, nell’ambito del progetto Diderot della Fondazione CRT, lancia il bando di partecipazione all’edizione 2016/17 di AlfaClass, Summer school di cinque giorni, che avrà luogo dal 11 al 15 settembre 2017. Gli argomenti trattati saranno molteplici e spazieranno dalla geometria algebrica alla teoria dei giochi, dalla probabilità alle equazioni differenziali e ai sistemi dinamici e molto altro, sotto la guida di docenti e ricercatori di livello internazionale. Mercoledì 13 settembre farò una lezione su 

Scienza e crisi: impatto e lezioni