La ricerca non può essere controllata dalla politica

Schermata 2019-05-29 alle 07.08.49

….Questa deriva nei rapporti tra politica e accademia ha avuto un’accelerazione con la riforma Gelmini e non riguarda solo il Cnr ma tutta la “testa” della ricerca e dell’università. Per esempio, l’agenzia nazionale di valutazione, che sovraintende le carriere dei docenti e la distribuzione dei fondi delle università, ha un consiglio direttivo di completa nomina politica che a sua volta decide non solo gli indirizzi della valutazione ma nomina anche tutta la struttura preposta a perseguire tali obiettivi. In questo modo la rappresentanza dei docenti è stata azzerata a favore di un’élite di nominati che risponde solo alla politica. Si è così formata un’oligarchia, questa sì autoreferenziale e piena di conflitti d’interesse, che ha ingabbiato la ricerca e l’università togliendole non solo risorse ma, cosa ben più grave, limitandone la libertà di ricerca. L’indipendenza della cultura e della scienza che dovrebbe essere garantita dall’articolo 33 della Costituzione, viene nei fatti progressivamente negata aumentando il controllo politico e riducendo le risorse finanziarie…..

 

https://www.ilfattoquotidiano.it/in-edicola/articoli/2019/05/29/la-ricerca-non-puo-essere-controllata-dalla-politica/5216588/

Advertisements

Presentazione del libro “Il discorso del Potere”

Presentazione del libro “Il discorso del Potere” Libreria Koob, Piazza Gentile da Fabriano 16 Roma, 31 Maggio 2019. Intervengono gli autori Emiliano Brancaccio e Giacomo Bracci che discutono con Carlo D’Ippoliti e Manfredi Alberti. Moderano Daniela Palma e Francesco Sylos Labini

Koob

“Perché è difficile prevedere il futuro. Il sogno più sfuggente dell’uomo sotto la lente della Fisica.”

A-BANNER-BIANCO-Gammaitoni-Vulpiani-14-maggio-2019

 

Il 14 maggio  Tomo Libreria Caffè per la presentazione del libro “Perché è difficile prevedere il futuro. Il sogno più sfuggente dell’uomo sotto la lente della Fisica.” degli autori Luca Gammaitoni e Angelo Vulpiani, edito da Edizioni Dedalo nell’Aprile 2019.
Discuteranno con gli autori Andrea Gabrielli e Francesco Sylos Labini.

www.prevedere-il-futuro.it

www.libreriaassaggi.it

“Vuoti nell’universo”

07_labini

Museo Marco – Macro Asilo

Stanza delle Parole
7 maggio 2019, 18:00

“Vuoti nell’universo”

I vuoti più grandi che possiamo osservare si trovano nell’universo e sono tracciati dalla distribuzione di galassia a larga scala nel cosmo. Di cosa si tratta? Come si osservano? E come si interpretano?

Discuteremo queste domande facendo una passeggiata nella scala delle distanze cosmiche e spiegheremo perché la geometria dei frattali è necessaria a capire come sono distribuite le galassie. Infine, mentre la teoria cosmologica più accreditata “riempie” l’universo con delle ipotetiche sostanze mai osservate, presenteremo un modello di universo in cui i vuoti dominano sulla materia.

a cura di Carlo Prati

 

Galactic Spirals May Form Spontaneously

Synopsis: Galactic Spirals May Form Spontaneously

Spiral galaxies could be transient, nonequilibrium structures originating from the collapse of clouds of matter interacting solely through self-gravity.   (see https://physics.aps.org/synopsis-for/10.1103/PhysRevE.99.022125)

Synopsis figure

D. Benhaiem et al., Phys. Rev. E (2019)

Continue reading Galactic Spirals May Form Spontaneously